Autunno nella Tuscia: ecco cosa fare e vedere

L’ autunno nella Tuscia è una stagione magica, un tripudio di colori, sapori e profumi unici che permette di vivere al massimo la nostra terra e tutto quello che di meraviglioso ha da offrire.

In questo periodo i boschi, i laghi, le forre e i borghi della Tuscia si riempiono di nuova vita e grazie ai prodotti della tradizione enogastronomica locale a base di castagne, nocciole, funghi, olio extravergine di oliva e vino novello, permettono di compiere un viaggio nel viaggio, che renderà ancora più speciale il vostro autunno nella Tuscia.

I piccoli borghi arroccati sul tufo locale così come le bellezze archeologiche e naturalistiche che popolano il territorio della Tuscia si vestono di un’atmosfera ancora più suggestiva ed unica, durante la stagione autunnale.

In questo periodo, dopo le festività di Santa Rosa e le varie sagre locali, il turismo perde il suo carattere di massa e diventa di maggiore qualità. I borghi sono meno affollati, i tempi più rallentati e voi avrete tutto il tempo di scoprire e innamorarvi di questo angolo d’Italia.

I boschi della Tuscia in autunno

Autunno nella Tuscia

I tesori naturalistici della Tuscia come boschi, faggete, calanchi e cascate naturali, in autunno acquistano ancora più fascino e sono le mete ideali per una fuga dallo stress di tutti i giorni alla ricerca di relax e bellezza.

I boschi della Tuscia che ricoprono oltre il 20% del territorio locale, nella stagione autunnale si accendono di mille colori e si ricoprono di un manto di foglie croccanti che vanno dal rosso all’arancio fino al giallo.

Passeggiare attraverso i sentieri che percorrono i Monti Cimini, dalla Faggeta di Soriano nel Cimino fino ai territori intorno al lago di Vico è un piacere unico, un’immersione nella natura e nella sua magica energia.

I borghi della Tuscia in autunno

In autunno il tufo dei borghi della Tuscia sembra assumere una colorazione diversa dalle altre stagioni: i paesi si fanno più caldi e accoglienti, tutti da vivere.

Noi di MyTuscia vi consigliamo di dedicare un pomeriggio d’autunno nella Tuscia per visitare piccoli borghi come per esempio Barbarano Romano, un mix perfetto di bellezze, con i suoi vicoli chiusi dalle antiche mura e le necropoli, immerse nella natura che in questa stagione si fa più rada e permette una visita più agevole e piena di scoperte.

Tra i borghi non possiamo non citare Civita di Bagnoregio, che in questo periodo è sicuramente meno affollata e più vivibile; in autunno potrete prendervi tutto il tempo necessario per assaporare l’atmosfera di altri tempi che si respira in questo borgo incantato.

Lo stesso discorso vale per il delizioso paesino di Calcata che con il circostante Parco Naturale Valle del Treja rappresenta un’altra meta perfetta per assaporare l’autunno nella Tuscia, a due passi da Roma.

Inoltre in occasione di Halloween, il 31 ottobre, Calcata organizza una festa che coinvolge per tutto il pomeriggio e la sera l’intero borgo tra trucca bimbi, sfilate in costume e musica live per grandi e piccoli.

Questi sono solo alcuni spunti per vivere questa stagione nella provincia di Viterbo. E voi, siete pronti per immergervi nella magia dell’autunno nella Tuscia?

 

Tutte le foto sono di Luca Storri Fotografo.