eliana-erika-mytuscia

Benvenute Erika ed Eliana nello staff di MyTuscia!

MyTuscia dà il benvenuto a due nuove collaboratrici che da oggi ci aiuteranno a farvi conoscere ed apprezzare ancora di più, tutte le meraviglie, storiche, naturali, artistiche e culinarie della Tuscia. Diamo quindi il benvenuto ad Erika ed Eliana!

Abbiamo voluto preparare un’intervista nella quale ognuna di loro si presentasse e ci parlasse un pò di sé. Volevamo farvele conoscerle meglio, farvi scoprire la passione legata al loro lavoro e capire perché hanno scelto di collaborare con MyTuscia.

Conosciamole allora un pò meglio…

1) Ciao, ci puoi fare una breve presentazione di te?

ERIKA:
Ciao, sono Erika Francola, ho 29 anni e vivo a Fabrica di Roma, un paese della Tuscia viterbese. Amo l’autunno, il vino rosso, i gatti e la fotografia.

La mia più grande passione è la scrittura: da qualche anno ho aperto un blog di viaggi che ho chiamato “Viaggi del taccuino” proprio perché, anche se amo i social e la tecnologia, non mi sposto mai senza carta e penna.

Oltre a scrivere per il mio blog e per altri portali e siti di viaggio, per lavoro mi occupo di comunicazione e marketing online. Racconto luoghi, persone, emozioni, storie e aiuto professionisti e piccole e medie imprese a comunicare sul web con le parole e le immagini giuste.

erika-francola

ELIANA:

Sono una web writer freelance con la passione dei viaggi, soprattutto nella natura e nei borghi.

Adoro i colori e mi piace vivere un’eterna primavera, fuori e dentro di me.

Curiosa, sfuggevole, indipendente, ottimista, mutevole, in bilico tra passione e razionalità. Irrimediabilmente con la testa fra le nuvole quando sogno e con i piedi ben piantati a terra quando si tratta di responsabilità. Scientifica nel lavoro, ma nella mia vita privata colleziono eventi imprevedibili, ne sono affascinata.

Ostinata, ribelle, anticonformista. Mi piace sfidarmi per mettermi alla prova e scoprire nuovi aspetti della mia personalità e così sperimento, distruggo, ricostruisco, riaggiusto. Ecco, questa sono io.

eliana-lazzareschi

2) Qual è il tuo percorso formativo?

ERIKA:
Ho conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne a Perugia. Dopo tre anni come fuorisede sono tornata a casa per seguire il corso di laurea magistrale in Informazione, editoria e giornalismo di Roma Tre.

Ho poi completato la mia formazione con un corso di alta specializzazione e un master in Marketing e comunicazione per il web e i nuovi media, che mi ha permesso di lavorare per due anni in una casa editrice romana come web writer e social media manager, prima di iniziare l’avventura da freelance.

ELIANA:

Mi sono laureata in lingue orientali, con focus sulla lingua cinese perché al liceo linguistico avevo mostrato una spiccata attitudine per le lingue straniere. Volevo lavorare nel settore del turismo o nell’import-export per viaggiare e scoprire nuove culture.

3) Da quanto tempo fai questo lavoro?

ERIKA:

Scrivo dai primi anni universitari e sono blogger e freelance nel campo della comunicazione da quasi tre anni.

ELIANA:

Ho iniziato a lavorare come web writer nel 2015. Nel 2014 sono stata licenziata perché l’azienda dove ero impiegata era in crisi economica. Uscivo da un lungo periodo di confusione, in cui mi ero spesso interrogata e chiesta se lavorare nel settore import-export fosse davvero la mia strada, se fare una scelta in linea con il mio percorso di studi – quello che tutti si aspettavano facessi – fosse la cosa giusta. Dopo essermi presa del tempo per riflettere, mi sono buttata e ho deciso di seguire il cuore e la mia passione per la scrittura, che coltivo da quando ero bambina. Un giorno ho risposto all’annuncio di un’azienda che cercava copywriter nel settore travel. Dopo aver scritto 3 articoli di prova (allora non avevo un portfolio), ho iniziato a scrivere per loro. Da lì poi ho compreso l’importanza di avere un blog e ho aperto www.gecotravels.com, che a oggi è quello che mi porta la maggior parte delle collaborazioni.

4) Come ci hai conosciuto?

ERIKA:
Grazie ai social! Come racconto in un articolo del mio blog è stato un tweet a permettermi di conoscere il progetto ancora nascente di MyTuscia e entrare a far parte del suo team.

ELIANA:

Da quando ho iniziato a farmi spazio nel mondo del web, mi sono iscritta a molti gruppi FB per carpire i “segreti” del mestiere e per imparare a utilizzare i social network in maniera professionale. In uno di questi gruppi ho conosciuto Andrea, ideatore di MyTuscia. Avevamo in comune il fatto di essere cresciuti nella Tuscia e lui mi aveva parlato del suo progetto. Ricordo che il sito ancora non esisteva, ma mi ero iscritta alla Newsletter per ricevere la notifica quando sarebbe stato online. Chi l’avrebbe detto che un giorno avrei scritto proprio per il blog di MyTuscia?

5) Sei mai stata nella Tuscia?

ERIKA:

Sono cresciuta e vivo ancora oggi nella Tuscia, una terra che ho imparato a conoscere ed amare soprattutto negli ultimi anni, grazie a mio marito, fotografo professionista, che mi ha portato con lui alla scoperta di luoghi a due passi da casa che non avevo ancora mai visto. E devo dire che ho ancora molto da conoscere della Tuscia!

ELIANA:

Sono cresciuta in questa terra. Quando ero un’adolescente ho spesso biasimato i miei genitori per aver deciso di trasferirsi in provincia, piuttosto che rimanere a Roma, dove vivevamo prima. Loro credevano di aver fatto la scelta giusta per risparmiare a me e ai miei fratelli i frenetici ritmi cittadini, io però all’epoca sognavo la vita di città perché i paesini avevano poco da offrire ai giovani. Per fortuna poi la mia visione è cambiata totalmente.

6) Qual è il luogo della Tuscia che preferisci e perché?

ERIKA:

Potrei fare una lista infinita, dai piccoli borghi ai palazzi rinascimentali, dalle zone archeologiche alle antiche chiese, fino ai boschi dei Monti Cimini.
Uno dei luoghi della Tuscia a cui sono più affezionata però è sicuramente il lago di Vico; oltre ad essere un concentrato di bellezze naturali unico nel suo genere (visitatelo in ogni stagione per cogliere tutta la sua magia e l’energia che sprigiona) è un luogo a cui sono legati moltissimi ricordi felici della mia vita insieme alla mia famiglia e agli amici e che ho scelto anche come sfondo per il giorno del mio matrimonio. Insomma, la mia piccola oasi di felicità a 10 minuti da casa.

ELIANA:

Questa è una domanda davvero tosta! Ce ne sono tantissimi e mi risulta difficile selezionarne solo uno. La Tuscia ha da offrire moltissimo in tutte le stagioni: Soriano nel Cimino con la sagra della castagna e i colori del foliage della Faggeta in autunno, Civita di Bagnoregio con i suoi vicoletti fioriti in primavera, Bolsena con le sue meravigliose ortensie in estate e il borgo di Calcata in inverno con i suoi romantici affacci sulla Valle del Treja.

7) Perché hai scelto di collaborare con MyTuscia?

ERIKA:

Credo molto nel destino e credo che nessun incontro avvenga per caso. L’occasione di collaborare con Mytuscia è arrivata proprio in un momento in cui, stanca di Roma e dei suoi ritmi assurdi, stavo tornando a scoprire e apprezzare la mia terra.
 Due anni fa ho conosciuto un progetto pieno di potenzialità e un team carico di entusiasmo e amore per la Tuscia, proprio come me.
A distanza di tempo ho deciso di tornare a collaborare con Mytuscia perché credo tantissimo nel progetto e vorrei che la mia terra venisse apprezzata per tutti i tesori che custodisce e che sono ancora troppo poco conosciuti.

ELIANA:

Perché è un progetto che riguarda la mia terra, una terra che ha bisogno di essere valorizzata, di essere raccontata da chi la conosce bene. Da sempre ritengo che le persone con un forte senso di identità e consapevoli del proprio patrimonio siano testimonial naturali del proprio territorio.

8) Cosa pensi di MyTuscia, cosa ti piace e cosa miglioreresti?

ERIKA:

Come accennavo sopra il progetto dietro a Mytuscia mi è subito piaciuto perché è il frutto della passione e del lavoro di un team giovane, proiettato al futuro ma con radici solide, proprio in questa terra.
Mi piace l’idea di collaborare con le aziende e le strutture locali anche se so che non è impresa semplice portarle all’interno di un progetto innovativo e ambizioso come questo.
Da blogger sono molto felice di tornare ad occuparmi della sezione dedicata al racconto di quello che la Tuscia ha di bello da offrire. E credo che sarebbe interessante ampliare questa parte con le storie di tutte quelle persone che vivono ogni giorno questa terra, la amano e lavorano per portare in alto il suo nome.
Grazie al lavoro che faccio con mio marito e il suo studio fotografico infatti, ho capito che se fatto bene, lo storytelling è davvero efficace: oggi la chiave del successo sta anche e soprattutto nel raccontare un luogo attraverso la sua gente, le sue tradizioni e le sue eccellenze.
ELIANA:

Mi piace il concept che gli è stato dato. Nel sito vengono raccolti articoli che non riguardano solo il turismo, ma anche i prodotti, le aziende, gli eventi ecc. Ecco, a differenza di altri siti, non è dispersivo. Qui si trova la Tuscia a 360 gradi.

Lo arricchirei di video che mostrino il territorio, ma sono sicura che ci si orienterà verso questo tipo di contenuti molto presto.

9) Quali pensi siano i punti forti di questo progetto (MyTuscia)?

ERIKA:

Tra i punti di forza c’è sicuramente il team e lo spirito e la passione di cui parlavo sopra, che fa la differenza rispetto a tanti portali che nascono solo con finalità economiche di vetrina web di un territorio, ma dai quali non traspare minimamente l’amore per quella terra e la voglia di farla conoscere agli altri.

ELIANA:

Il fatto che sia un sito multilingua. Questo ci fa già capire che il progetto mira all’internazionalizzazione e secondo me è importante perché ho già avuto modo di poter verificare il forte appeal che ha la Tuscia sugli stranieri. Un altro punto di forza del portale è che dia visibilità alle aziende del territorio. Un luogo è fatto sì di attrazioni turistiche e paesaggistiche, ma anche di prodotti locali e noi nella Tuscia ne abbiamo davvero tanti. Si tende sempre più a un turismo esperienziale e quindi un buon progetto turistico deve fare da contenitore e fornire tutti gli strumenti utili per pianificare una vacanza anche attraverso i sapori e i profumi di un territorio.

10) Come pensi di dare al meglio il tuo contributo nella valorizzazione
del territorio della Tuscia e del portale?

ERIKA:

Spero che dai miei prossimi articoli, così come dai contenuti realizzati in passato per Mytuscia, traspaia il mio amore per questa terra e che i lettori trovino informazioni utili e racconti emozionanti dei luoghi della Tuscia, tanto da aver voglia di venirli a scoprire con i loro occhi.
Da blogger infatti credo che non ci sia nulla di più bello e gratificante di qualcuno che sceglie una meta perché incuriosito da un tuo articolo, un racconto o dalle foto di quel luogo e una volta sul posto ti scriva per ringraziarti e dirti che lì ha trovato un posto dove lasciare un pezzetto del suo cuore.
ELIANA:

Oltre ai luoghi, mi piacerebbe raccontare le storie delle persone che vivono questo territorio e ne hanno fatto una scelta di vita. Ci sono tante imprese agricole che aprono le porte ai visitatori e hanno bellissime storie alle spalle, ecco a me piacerebbe fare emergere queste realtà. Spero quindi di trasferire le giuste emozioni per attrarre turisti che desiderano scoprire mete poco blasonate.

Dopo questa sfilza di domande, abbiamo capito qualcosa di più di queste due professioniste che hanno deciso di unirsi a noi e dare il loro contributo per la crescita di MyTuscia, spinte anche dall’amore per la propria terra. Con questo spirito, le accogliamo molto volentieri nel team e siamo sicuri che faranno un ottimo lavoro!

Benvenute!