Il mio carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale carrello: 0,00 €
Vai alla Cassa

View Cart

Castello Ruspoli a Vignanello: cosa vedere e cosa visitare

Il Castello Ruspoli è un suggestivo palazzo rinascimentale, posto nella parte orientale dell'antico borgo di Vignanello. Un edificio dal fascino antico, ammaliante e pieno di storia, che ospita uno dei più importante giardini d' Italia.

Un pò di storia...

Il Palazzo nasce sulle fondamenta di una rocca, risalente alla metà del secolo IX. Durante il pontificato di Leone IV, la rocca divenne di proprietà di frati benedettini. Nel corso dei secoli successivi, fu distrutto varie volte a causa delle aspre contese tra i signori del luogo. Si ricordi ad esempio, la distruzione del castello, avvenuta nel 1228, ad opera dei Viterbesi.

Nel 1531, il castello venne donato dallo Stato della Chiesa a Beatrice Farnese Baglioni, che divenne la prima vera e propria feudataria di Vignanello. La sua forma attuale è dovuta alla ricostruzione, si pensa su un progetto di Antonio da San Gallo il Giovane, avvenuta tra il 1531 e il 1538. Fu proprio in questo momento, che l'antica rocca medievale, ha lasciato il posto al maestoso ed imponente castello dei giorni nostri.

Attualmente il Castello Ruspoli è una delle meraviglie della Tuscia, grazie alle sue favolose opere architettoniche e naturalistiche.

L'edificio, in tutta la sua maestosità, domina tutto il borgo di Vignanello. Il Castello è circondato da un profondo fossato, pensato all'epoca come strumento di difesa e oggi, come spunto di suggestivi pensieri, legati all'epoca antica. 4 imponenti bastioni angolari con merlature sono a contorno del palazzo, e gli conferiscono il fascino del tempo che fu.

Passeggiando tra i corridoi e le sontuose stanze, ci imbattiamo nei ritratti di chi il castello lo visse appieno e di personaggi che hanno scritto la storia di Vignanello. Un salto nel passato, tra tele e colori di un epoca che ormai non c'è più. Tra le varie opere degne di nota, c'è un favoloso fregio monocromo, presente nel salone principale e risalente al periodo di Beatrice e Ortensia Farnese.

Ancora poi affreschi dalle tonalità vivaci, adornano e decorano le volte delle camere. In occasione infatti della venuta di Papa Benedetto XIII nel 1725, la volta di ogni stanza, fu infatti decorata con il ciclo delle Virtù.

Nel 1611 poi, Ottavia Orsini, decise di realizzare un giardino nella parte est del palazzo.

Il giardino ospitato dal Palazzo o Castello Ruspoli è uno degli esempi più maestosi e incredibili dei giardini all'italiana attualmente presenti sul territorio.

castello ruspoli Vignanello

Cosa vedere al castello Ruspoli

Il Castello, attualmente dimora estiva della famiglia Ruspoli, offre molti spunti storici, architettonici e artistici da visitare.

Al suo interno troviamo infatti, la cappella di Santa Giacinta Marescotti e il pozzo dove la Santa fece il primo miracolo. Proseguendo nel cammino all'interno del Castello, troviamo la Sala d'armi e numerose stanze all'interno delle quali sono contenuti numerosi dipinti legati alla storia e ai personaggi della famiglia Ruspoli.

Ma, come detto prima, è il giardino il vero fiore all'occhiello del Castello Ruspoli. Il giardino venne fatto realizzare da Ottavia Orsini, figlia di Vicino Orsini, il creatore del Sacro Bosco di Bomarzo.

Un lampante esempio di architettura verde, che ancora conserva tutte le caratteristiche di quando fu creato nel Seicento. Di forma rettangolare, si staglia in diverse forme geometriche perfette e al centro ospita una grande fontana, circondata da 4 arcate.

Il giardino è costituito da varie sezioni: il Giardino di verdura con il suo splendido parterre di siepi. Questa parte del giardino è sicuramente una delle più interessanti e meglio conservate di tutta la struttura.

Troviamo poi il Giardino segreto posto ad un livello più basso. Ancora poi il barchetto e il Barco posti sul lato sud del palazzo e usati per le battute di caccia. A nord-est invece, oltre il giardino, si estende la tenuta della Marescotta, attraversata da un viale bordato di siepi di bosco e adibita a frutteto.

La struttura del giardino, è composta da 12 parterre esterni, realizzati con siepi di alloro, viburno tino, lauroceraso e bosso. Per le siepi interne interne invece sono state utilizzate siepi di bosso, meno alte. La struttura interna centrale racchiude le iniziali di Ottavia Orsini e dei sui figli Sforza Vicino e Galeazzo.

Insomma un luogo incredibile, dalla perfezione geometrica, in cui forme e colori riescono a fondersi per dalle al visitare un effetto cromatico e visivo incredibile.

castello-ruspoli-vignanello

Orari e contatti per visite al Castello Ruspoli

E' possibile visitare il Castello Ruspoli durante il weekend e i giorni festivi ad eccezione dei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo ed Agosto (aperto solo su prenotazione).

Orario Estivo:

Dalle 10:00 allle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00

Orario Invernale:

Dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:00

Per ulteriori info e costi, visita la pagina ufficiale del Castello Ruspoli.