Il mio carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale carrello: 0,00 €
Vai alla Cassa

View Cart

Le carni della Tuscia

Le carni della Tuscia

La carne è stata sempre una delle fonti principali per l’alimentazione degli abitanti della Tuscia. Che derivi da animali di allevamento, da cortile o selvatici, la carne è alla base di molte ricette della tradizione.

Caratteristiche Enogastronomiche

Gli allevamenti presenti sul territorio e quindi, le diverse tipologie di carni presenti in zona, sono vari: si passa dal maiale, alle carni bovine ed ovine, carni di coniglio, pollame e cacciagione.



Vediamole nel dettaglio:




  • Carne di Maiale: il maiale è una delle carni piĂą utilizzate sin da tempi antichi. La sua carne viene utilizzata in moltissimi modi: carne per la griglia, stufati, insaccati, arrosti e tanto altro.



  • Carne bovina: questo tipo di carni trova un ampio impiego gastronomico nelle ricette del luogo. Il sapore di queste carni, provenienti da allevamenti del Viterbese e della Maremma, è unico ed inconfondibile. Questo perchĂ© gli animali degli allevamenti della Tuscia sono controllati e seguiti in ogni fase della loro crescita, garantendo così un prodotto di alta qualitĂ .



  • Ovini: l’allevamento di questi animali viene spesso demandato ai numerosi pastori sardi, presenti in zona. Una delle prelibatezze della Tuscia, legate a questo tipo di allevamento, è sicuramente “l’abbacchio”, un agnello da latte spesso preparato al forno, con patate.



  • Carne di coniglio: il coniglio è allevato in Tuscia, all’aperto e questo gli consente di avere un carne soda e saporita.



  • Pollame: molti degli allevamenti presenti sono di polli a terra, quindi tradizionali e sani. Questo permette di avere delle carni molto saporite e prive di elementi nocivi.



  • Cacciagione: vista la grande presenza di boschi e macchie, anche il consumo di carne di cacciagione è piuttosto diffuso nella zona. Si caccia soprattutto la carne di cinghiale, lepre, beccacce, quaglie, starne e fagiani.





Per scoprire invece tutti gli altri prodotti tipici della Tuscia visita questa pagina.

Storia

Sin dai tempi degli Etruschi, l’ uso della carne nella Tuscia era piuttosto diffuso. Animali di allevamento, da cortile e selvatici, da sempre sono stati utilizzati nell’alimentazione di ricchi e poveri, in tutte le varie epoche storiche.


Il maiale in particolare è stato da sempre la fonte alimentare principale, anche per la sua semplicità di allevamento e utilizzo. Non a caso il detto contadino “del maiale non si butta nulla”.


Anche la carne bovina ha avuto una grossa diffusione nella zona, ottima per gustose ricette, tipiche della tradizione.

Prodotto tipico di...