• Civitella d'Agliano

    Civitella d’ Agliano è un paese di quasi 1700 abitanti e dista dal capoluogo Viterbo, circa 30 Km.


    Il paese si trova su di una collina tufacea ed è situato nella parte settentrionale della provincia di Viterbo, detta anche Alta Tuscia.


    Il paesaggio che circonda Civitella D’ Agliano è piuttosto collinare e boschivo. I particolarissimi calanchi, delle lingue di argilla biancastra, tipiche della zona, rendono il paesaggio ancora più suggestivo.


    Il borgo è tipicamente medievale, al suo interno infatti si ergono la Torre dei Monaldeschi, l’imponente bastione e l’antica chiesa parrocchiale.


    La sua architettura interna con vicoletti e piazzette è l’emblema della sua natura medievale.


    Civitella è il luogo ideale per chi vuole riscoprire la storia antica, in un paese immerso nel verde delle colline della Tuscia.



  • Storia di Civitella d'Agliano

    Civitella d’ Agliano è un borgo medievale posto su di un colle digradante verso la valle del Tevere ed è stata popolata, come molti dei paesi circostanti, dagli Etruschi e successivamente dai Romani.

    La loro presenza è testimoniata da alcuni ritrovamenti di tombe, resti di ville e manufatti ceramici.

    Con la caduta dell’impero Romano, i contadini si rifugiarono sulle colline, da dove era possibile avvistare le orde di barbari e organizzare così un’idonea difesa.

    Risalenti all’epoca medievale, ci sono numerose costruzioni, tra cui spicca la Torre dei Monaldeschi, il bastione e la Chiesa Parrocchiale

    Non si hanno notizie certe sulla data precisa dell’origine di Civitella e del suo Castello, ma probabilmente il Castello venne eretto intorno al XI dai Conti di Bagnoregio, i cui discendenti assunsero il cognome di Monaldeschi della Cervara.

    Nella prima metà del XIV secolo, i signori di Civitella erano tutti Ghibellini e quindi avversari del potere temporale dei Papi, per questo motivo Orvieto ordinò la distruzione del Castello e la sostituzione dei Monaldeschi con gli Orsini, Guelfi.

    Dopo l’insediamento degli Orsini, venne ricostruito anche il Castello, ma il dominio orsiniano durò poco e nel 1329 i Monaldeschi tornarono nuovamente a Civitella.

    Da qui si disputarono il potere di Civitella, i di Vico e i Monaldeschi, fino a che nel 1415, il paese divenne proprietà della Camera Apostolica.

    Nel 1517 Leone X, rinnovò l’infeudazione di Civitella d’ Agliano al Comune di Orvieto, mentre nel 1564 Civitella si eresse a Comune, tributario del Patrimonio di S.Pietro, fino all’annessione al Regno d’Italia nel 1870.

  • Eventi Civitella d'Agliano

    • Sagra delle birra e della pizza: a metà agosto si svolge questa manifestazione nel favoloso centro storico di Civitella d’ Agliano. E’ questa un’ottima occasione per gustare pizza e birra di qualità.
    • Festa dell’acqua: per festeggiare l’allaccio delle zone di Torriti, Liticata e Cecca alla rete idrica dell’acquedotto di Civitella d’ Agliano, ogni anno dal 2005 viene organizzata una cena aperta a tutti.
    • Festa del vino - Nelle terre del Grechetto: da fine luglio fino a oltre metà agosto, si degusta il vino a Civitella d’agliano. Stand gastronomici, degustazioni e visite a cantine e vigneti.
    • Manifestazione Internazionale di Arti Figurative: tra luglio e agosto, il borgo medievale di Civitella d’ Agliano, si riempie di attività culturali, con il ricordo di artisti di fama mondiale.

    Scopri gli eventi in corso

  • Prodotti tipici di Civitella d'Agliano

    • Vino Grechetto: vino bianco e rosso. Il bianco ha un odore delicato e vinoso, mentre il sapore è secco e fruttato, con un leggero retrogusto amarognolo. Il Rosso ha un odore molto caratteristico e fragrante, sapore secco, sapido e molto armonico.

Scopri anche...

Inserisci la tua azienda

Partner e Sponsor Ufficiali

1604lab S.r.l.
Fotoclick Caprarola
Pack Eat Easy
ExtraVoglio
Informa Giovani
Eventi della Tuscia