• Graffignano

    Graffignano è un paese della provincia di Viterbo, che dista dal Capoluogo 26 Km.
    Il paese si trova su di un altopiano che domina la Valle del Tevere, immerso in un territorio ricco di verdi boschi.


    Il borgo antico, si sviluppa sulla sommità di una piccola rupe ed ha la tipica conformazione medievale, con al suo interno il Castello Baglioni, di grande interesse storico ed architettonico.


    Il Castello è aperto alle visite in molte occasioni e spesso ospita mostre dedicate all'arte e alle cultura, da ammirare nell'atmosfera antica di grande bellezza e fascino.


    L’abitato è dominato dal Castello, risalente al XIII sec. e dal paese si può godere di un paesaggio magnifico, immerso nel verde della Tuscia e sulla Valle del Tevere.


    Molte sono anche le Chiese, tra cui la Chiesa di San Martino Vescovo, Il Santuario della Madonna del Castellonchio.


    In quest' ultima in particolare, si può ammirare un favoloso affresco del XV secolo


    Il paese basa la sua economia principalmente sull’ agricoltura, soprattutto nella coltivazione degli ulivi e nella produzione dell’olio extravergine di oliva. Uliveti e vigneti infatti prosperano grazie al clima sostanzialmente mite e al territorio ricco di acqua.





  • Storia di Graffignano

    Nelle zona di Graffignano sono presenti ingenti testimonianze dell’epoca etrusca e romana. Lo stesso nome di Graffignano (Carfinianum) fa pensare che il territorio fosse stato di proprietà di un dominus romano: Carfinius.

    Le prime notizie storiche si hanno solo intorno alla seconda metà del XIII sec., quando la famiglia Baglioni di Castel Piero, i cui possedimenti comprendevano anche la Rocca di Graffignano, si sottomisero a Viterbo.

    Ormai di proprietà di Viterbo, Graffignano nel XIV dovette condividere le sorti belliche del comune che si oppose a Orvieto.

    Tra il XV e il XVI ci furono numerose dispute territoriali che si conclusero solo quando Papa Adriano VI confiscò il feudo.

    All’inizio del sec. XVII, il feudo venne ereditato dalla contessa Domitilla Cesi, imparentata con il celebre Federico Cesi, fondatore dell’ Accademia dei Lincei a Roma.

    Verso la fine del XVII sec. il territorio passò alla famiglia Borromeo e nel 1741 il feudo divenne un principato e fu venduto al Principe Scipione Publicola di Santa Croce. Sotto il Principe il territorio ebbe nuova vita.

    Nel 1809 le guerre napoleoniche portarono il comune di Graffignano all’interno del Dipartimento di Roma.

    Nel XX sec. una forte crisi economica e le tragedie di due guerre mondiali, debilitarono Graffignano. In questi anni ci fu anche l’occupazione delle truppe naziste in ritirata da Roma.

    Dalla proclamazione a Repubblica dello Stato Italiano fino ai nostri giorni, la situazione di Graffignano si è andata via via sempre più stabilizzando ed ora Graffignano è un fiorente paese immerso nel verde della campagna della Tuscia.

  • Eventi Graffignano

    • Sagra del tartufo: i primi di agosto, si svolge la sagra del tartufo per due giorni all’insegna del buon gusto. In questa occasione si possono infatti assaggiare molti piatti a base di tartufo, ma anche carne alla brace, fritti e dolci.
    • Sagra del cinghiale: l’evento si svolge a fine agosto e in questa occasione si possono assaggiare moltissimi piatti a base di cinghiale, il tutto accompagnato da musica dal vivo e balli.
    • Sagra delle lumache: la manifestazione si svolge a cavallo di Ferragosto, con degustazione di gustosissime lumache cucinate secondo le ricette tipiche locali e tanta musica e balli.

    Scopri gli eventi in corso

  • Prodotti tipici di Graffignano

    • Olio extravergine di oliva: olio extravergine di alta qualità, dal colore verde intenso, con un sapore pieno e un lieve retrogusto amarognolo, che ricorda il sapore dell’oliva appena spremuta.
    • Carne: carne bovina e ovina, proveniente dai pascoli di zona, dal sapore delicato e gustoso.
Inserisci la tua azienda

Partner e Sponsor Ufficiali

1604lab S.r.l.
Fotoclick Caprarola
Pack Eat Easy
ExtraVoglio
Informa Giovani
Eventi della Tuscia