• Viterbo

    Viterbo, città antica dalle mille sfaccettature, vanta un vasto centro storico risalente all'epoca medievale, cinto da mura antiche risalenti al XII sec d.C.



    A ovest del territorio viterbese si estendono vaste zone archeologiche e termali, risalenti ad epoche ancor più lontane, probabilmente attribuibili al periodo etrusco e romano. Sebbene la storia certa di Viterbo, comincia a definirsi nel periodo dell'Alto Medioevo.



    Nota da sempre come "La Città dei Papi" , nel Medioevo ricoprì il ruolo di Capitale della Cristianità e per molto tempo rimase sotto l'ala protettrice del sistema Pontificio.



    Solo con l'avvento del Regno d'Italia, ci fu il distacco reale dalla realtà pontificia e all'annessione di Viterbo alla provincia di Roma. In questa occasione la città perse la qualifica di capoluogo per poi riprenderla nel 1927, grazie ad un'operazione di riordino delle circoscrizioni provinciali, effettuata in quegli anni.



    Viterbo ha il suo massimo sviluppo negli ultimi decenni, con la nascita dell’ Università della Tuscia, la scelta di Viterbo come sede della Sovraintendenza archeologica per l’ Etruria Meridionale e l’aeroporto militare “Tommaso Fabbri”, con le relative caserme del Centro Cavalleria dell’Aria della Scuola Marescialli dell’ Aeronautica e della Scuola Sottoufficiali dell’ Esercito.



    Fiore all'occhiello della città e parte integrante per lo sviluppo economico sono le piccole imprese del settore agricolo, alimentare e della ceramica.



    Attiva realtà del turismo, grazie alla sua storia antica e alle sue eccezionali risorse termali, da sempre attrae pubblico di ogni fascia ed età.



    Molte sono infatti gli eventi presenti in città durante l’anno, soprattutto nel periodo estivo. Ricordiamo una fra le più importanti, la Macchina di Santarosa: suggestiva manifestazione in cui, attraverso un baldacchino trionfale, viene rievocata la traslazione della salma di Santa Rosa, avvenuta per volere di Papa Alessandro IV nel 1258.

  • Storia di Viterbo

    Il territorio di Viterbo è molto ricco di storia ed arte, soprattuto legate all’epoca etrusca e medievale.

    In epoca Romana l’’attuale area viterbese, divenne, come molti dei territori circostanti, dominio di Roma. Nel VIII secolo prese il nome di Castrum Viterbii e nel 773 venne fortificata da Desiderio, Re dei Longobardi.

    Da questo momento, Viterbo diviene la seconda roccaforte del Papato, da cui l’epiteto che la caratterizza ancora oggi: Città dei Papi. Durante il periodo di lotte tra Chiesa Cattolica ed Impero, Viterbo divenne libero comune e successivamente, grazie ai Franchi, venne inclusa nello Stato Papale.

    Nel 1164 Viterbo divenne residenza fissa per l’anti-Papa Pasquale III, che decise di impiegare la milizia viterbese per l’attacco condotto contro la Roma del Papato.

    Nonostante il grande sviluppo che la investì durante la fine del XII secolo e la fece diventare uno dei centri più importanti di Italia, nel 1207 la città venne scomunicata, perché dimora di Papi considerati eretici.

    In questa occasione, la Roma del Papato sconfisse la Viterbo degli anti-Papa.

    Per tutto il XIII secolo, al governo di Viterbo si alternarono le grandi famiglie del territorio, quali i Gatti e i Di Vico. In questa occasione i Papi Alessandro IV e Urbano IV, la scelsero come residenza fissa.

    Vi furono molti altri Papi eletti a Viterbo, tra cui ricordiamo Gregorio IX, Giovanni XXI, Nicola III e Martino IV.

    La storia di questa città fu quindi sempre legata a quella del Papato, fino a che con l’avvento del Regno d’ Italia ci fu un distacco e Viterbo prese parte alla storia dell’ Italia intera.

  • Eventi Viterbo

    • La Macchina di Santa Rosa: in occasione della celebrazione di Santa Rosa, patrona della città di Viterbo, la macchina di Santa Rosa, un baldacchino di circa 30 metri, viene sollevata e portata in processione per tutta le città.
    • San Pellegrino in Fiore: la manifestazione avviene nei primi giorni di Maggio e in questa occasione le piccole piazze, gli antichi palazzi e le fontane, vengono ornati di coloratissimi fiori.
    • Caffeina Festival: L’evento di svolge da fine giugno, fino ai primi giorni di luglio per 10 giorni di eventi, spettacoli e tanti ospiti.
    • Festival Barocco e Tuscia Opera Festival: Da fine luglio fino ai primi di settembre, a Viterbo si svolgono queste due manifestazioni, con una kermesse di eventi culturali e musicali di grande rilievo.
    • Tuscia in Jazz: La manifestazione è una dei più importanti festival jazz in italia ed abbraccia numerose località della provincia di Viterbo, con tanti appuntamenti e tanta musica.
    • Tuscia Film Fest: Evento che si svolge a metà agosto e che celebra il cinema italiano, con tante proiezioni, incontri ed eventi. In questa occasione vengono anche consegnati il premio Pipolo Tuscia Cinema e il Premio Tuscia Terra di Cinema. Ulteriori informazioni su www.tusciafilmfest.com;
    • Medioera: Con un nome a metà tra Medioevo e Nuova Era, Medioera è una manifestazione che parla di tecnologie, nuovi media digitali, social network e tutto ciò che è legato all’era digitale, il tutto immerso nell’aria prettamente Medievale che si respira a Viterbo.
    • Fiera dell’Annunziata: In occasione della festa dell’ Annunziata, il 25 Marzo, a Viterbo si tiene la grande fiera dell’ Annunziata, con tantissimi stand e bancarelle. Un’ottima occasione per fare una piacevole gita tra le antiche vie della famosa città dei Papi.
    • Mercatini di Natale: durante il periodo natalizio, anche Viterbo si veste a festa con i suoi mercatini tradizionali.

    Scopri gli eventi in corso

  • Prodotti tipici di Viterbo

    • Nocciole: Prodotti tipico della zona, qualità DOP di Nocciola Romana, viene utilizzata in molti piatti, soprattutto dolci, tipici della zona.
    • Castagne: Dalle enormi distese di castagneti della zona, nasce la castagna della Tuscia, ingrediente fondamentale di molti dolci della tradizione.
    • Pangiallo: Dolce tipico natalizio a base di cioccolato, noci, nocciole, fichi secchi, mandorle e pinoli. Un concentrato di energia, che fino a qualche anno fa non era possibile reperire in commercio, perché tramandato di madre in figlia, veniva realizzato in casa.
    • Maccheroni con le noci: Questo è un tipico dolce della cultura Viterbese e spesso viene realizzato durante il periodo natalizio. E’ costituito da una pastasciutta, condita con noci e zucchero e assemblata a forma di cupola.
    • Vino: A Viterbo e dintorni si producono vini bianchi e rossi DOC, dal gusto inconfondibile, che li rende ideali come accompagnamento ai piatti tipici di zona.
    • Olio: Dagli oliveti dei dintorni, si producono ottime olive da tavola e da olio. L’olio che ne deriva è il tipico olio della tuscia, dal sapore ricco e deciso, con un retrogusto piccante ed aromatico.
    • Salumi: Tra prosciutti, capocolli, salsicce e le famose coppiette viterbesi, Viterbo vanta una notevole varietà di prodotti tipici legati a salumi ed insaccati, di alta qualità.

Scopri anche...

Inserisci la tua azienda

Partner e Sponsor Ufficiali

1604lab S.r.l.
Fotoclick Caprarola
Pack Eat Easy
ExtraVoglio
Informa Giovani
Eventi della Tuscia