Il mio carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale carrello: 0,00 €
Vai alla Cassa

View Cart

Le Chiese di Bassano in Teverina

Scopri l'arte e la storia delle Chiese di Bassano in Teverina

  • Scopri la Tuscia Le Chiese di Bassano in Teverina

    Chiesa della Madonna della Quercia


    La Chiesa della Madonna della Quercia sorge a circa un chilometro dall’abitato di Bassano in Teverina, in direzione di Chia, frazione di Soriano nel Cimino, famosa per ospitare la cosiddetta “Torre di Pasolini”.


    L’architettura della Chiesa, realizzata nel 1674, è piuttosto semplice e sul suo portale si trova lo stemma del Comune di Bassano che da fine Ottocento ottenne la responsabilità della sua manutenzione.


    Anche l’interno è molto lineare e semplice, con una sola navata e il soffitto a capriate spioventi. L’altare in marmo alla fine della navata venne realizzato con le offerte dei fedeli come dono votivo e consacrato nel 1945.


    Chiesa di Santa Maria dei Lumi


    La prima testimonianza documentata della Chiesa di Santa Maria dei Lumi è forse da individuare in un documento del IX sec anche se è solo nel 1621 che la Chiesa di S. Maria ebbe l’attributo “dei Lumi”.


    L’edificio di origine romanica è il risultato di numerosi rifacimenti susseguitesi nel corso dei secoli.


    La chiesa è costruita interamente con conci di peperino, ha impianto basilicale a tre navate e una copertura a capriate.


    L’abside, sopraelevato di alcuni gradini, è rettangolare e presenta pitture relativamente moderne.


    La chiesa venne poi definitivamente abbandonata nel 1855 dopo la costruzione della nuova chiesa parrocchiale dedicata alla Immacolata Concezione. Nel 1890 il sindaco ne fece demolire il campanile perché riteneva coprisse la Torre dell’Orologio ad esso antistante.


    Chiesa di Immacolata Concezione di Maria


    La Chiesa di Immacolata Concezione di Maria venne realizzata nel 1855 con i contributi del Comune, del monte frumentario, delle varie compagnie religiose e dei legati pii e di assistenza. La zona scelta per la costruzione di quella che sarebbe statala parrocchia di Bassano, in sostituzione della non più adeguata Santa Maria dei Lumi fu quella di Pian dei Biali, poco fuori le mura.


    Secondo il progetto urbanistico del Comune in questo modo la Chiesa si sarebbe trovata nell’asse principale del paese, come in effetti lo è attualmente.


    nell’asse principale del paese, come in effetti lo è attualmente. Dal 1879 quando ancora la chiesa non era ultimata vi è presente il quadro della Madonna Immacolata donato da Mons. Verga e realizzato da Francesco Grandi, uno dei maggiori pittori dell’Ottocento Romano.


    Sull’altare maggiore troviamo anche il Tabernacolo- reliquiario dei Santi Fidenzio e Terenzio, patroni di Bassano in Teverina.


    Chiesa dei Santi Fidenzio e Terenzio


    Abbiamo pochissime notizie in merito alla Chiesa dedicata ai Santi Fidenzio e Terenzio, patroni di Bassano, che viene citata per la prima volta in un documento ufficiale nel 1677 insieme alla Chiesa di S. Rocco, andata distrutta nel XIX secolo.


    La Chiesa, con facciata a salienti rialzata su cinque ampi gradini presenta un’unica navata e soffitto a capriate spioventi.


    L’interno è spoglio e disadorno e solo l’abside è completamente affrescata, con l’immagine dell’Eterno benedicente dall’alto delle sfere celesti con cherubini e i santi Carlo Borromeo e Biagio.