• Monterosi

    Il comune di Monterosi si trova lungo il percorso dell’antica Via Francigena , raggiungibile seguendo l’opportuna segnaletica.


    Piccolo e delizioso centro, Monterosi in passato è stato uno dei punti strategici più importanti, poiché posto in prossimità della via Cassia.


    Le rive del piccolo Lago di Monterosi, sono state testimoni dell’incontro tra Adriano IV e Federico Barbarossa, avvenuto nel 1155. Il lago è un piccolo cratere vulcanico con un diametro di 600 metri, ma che racchiude al suo interno un grande patrimonio dal punto di vista geologico e naturalistico.


    Passeggiando tra le vie di Monterosi, si incontrano edifici storici di grande rilievo. Tra questi è doveroso ricordare la Chiesa di Santa Croce, edificio in stile barocco, risalente al Cinquecento, dotato di un particolarissimo campanile a vela.


    Per i più golosi, sicuramente da provare è la Sagra della Pizzantiella, in cui ottimi cuoci preparono le Pizzantielle da offrire a tutti coloro che vogliono assaggiarle. La pizzantiella non è altro che una crepes, più spessa, da farcire, dolce o salata.


  • Storia di Monterosi

    Abitato dai falisci, il territorio di Monterosi rappresentava in epoca romana un punto di sosta lungo la Via Cassia.

    Il nome Monterosi è un evidente composto di “monte” al quale si aggiunge un secondo termine, probabilmente derivante dal latino “rosa”.

    La prima menzione dell’attuale abitato risale al 1081, in un documento con il quale papa Gregorio VII lo assegnava all’abbazia di Sant’ Anastasio.

    Nel corso del Medioevo continuò a far parte dei possedimenti di questo monastero, fatta eccezione per alcuni periodi, durante i quali passò sotto il dominio di famiglie importanti come i Prefetti di Vico, gli Anguillara e gli Orsini.

    Nel XIII secolo Federico II di Svevia, in lotta con il Pontefice, fece erigere a Monterosi un castello; punto di passaggio obbligato per chi si spostava verso Roma, il luogo fu teatro di grandi avvenimenti come l’incontro tra Federico Barbarossa e Papa Adriano IV.

    Lungo il tracciato della vecchia Via Cassia è possibile scorgere il sacrario dei Caduti, che commemora il sacrificio dell’ufficiale Ettore Rosso e dei suoi soldati. Il gruppo viene celebrato perché riuscì a bloccare proprio in questo punto l’avanzata di una colonna tedesca, nel 1943.

  • Eventi Monterosi

    • Sagra della Pizzantiella: nel mese di gennaio, durante la sagra della pizzantiella, il paese si popola di eccellenti cuochi che preparano la pizzantiella, ossia una sorta di crepe, però più spessa. La piazzantiella generalmente è salata ed è farcita con salsiccia, prosciutto e formaggio, ma anche dolce.
    • Festa della birra: la festa si svolge i primi di luglio ed in questa occasione si degustano tantissimi tipi di birra e ottimi piatti, in compagnia di musica dal vivo.
    • Festa dei borghi:tra fine luglio ed inizio agosto, si svolge la festa dei borghi, ossia la celebrazione dei tre originari nuclei abitativi che hanno determinato la città di Monterosi. In questa occasione ci sono feste e tanti personaggi vestiti con costumi rigorosamente d’epoca.
    • Madonna della Neve: i primi di agosto si celebra la Madonna della Neve, con solenne processione, stand gastronomico con pizze fritte e ciambelle e Palio Madonna della Neve.
    • Esaltazione della SS. Croce: l’evento si svolge nella seconda decade di settembre e contiene un ricco carnet di appuntamenti legati a musica e spettacolo.

    Scopri gli eventi in corso

  • Prodotti tipici di Monterosi

    • Pizzantiella: la pizzantiella è una sorta di crepe, più spessa e farcita con salsiccia, prosciutto e formaggio.
    • Formaggi: formaggi di mucca e capra, tra cui pecorino, ricotta e cacio cavallo.
    • Ortaggi: zucche, zucchine, lattuga romana, ma anche spinaci e bietole, sono coltivazioni tipiche della zona della Tuscia.

Scopri anche...

Inserisci la tua azienda

Partner e Sponsor Ufficiali

1604lab S.r.l.
Fotoclick Caprarola
Pack Eat Easy
ExtraVoglio
Informa Giovani
Eventi della Tuscia