• Canino

    Posto nella zona nord ovest della Provincia di Viterbo, Canino è uno dei luoghi della Tuscia più rinomato, grazie alla presenza dell’area archeologica di Vulcie alle sue prelibatezze eno-gastronomiche.


    A pochi chilometri dal confine con la Toscana, Canino si trova nella Maremma Viterbese, a pochi passi dal mare. Per questo e anche per le meraviglie architettoniche di epoca medievale, che il suo borgo offre, Canino si pone come una delle mete più visitate della Tuscia Viterbese.


    Di grande interesse sono il Castello dell’Abbadia e il Museo Nazionale, ricco di antichi reperti di grande valore archeologico e risalenti a varie epoche storiche.


    Il territorio di Canino conserva ancora il suo amore per la campagna e l’agricoltura, con circa 700 ettari di oliveti, attraverso i quali si produce un ottimo olio extravergine DOP.


    Nelle vicinanze, è possibile visitare le terme di Musignano, ricca zona termale, già conosciuta ai tempi degli etruschi, come si evince dai numerosi reperti ritrovati in zona.

  • Storia di Canino

    Il nome della cittadina di Canino apparve per la prima volta in una Bolla Papale del IX secolo a.C. di Papa Leone IV.

    Pur non avendo documenti certi, l’origine di Canino è da legare alla vicina città etrusca di Vulci. L’ipotesi maggiormente sostenuta è quella secondo cui Canino nacque come piccolo villaggio agricolo, detto pagus, prendendo il nome di una delle più importanti famiglie della città di Vulci, la “gens Caninia”.

    Le incursioni dei Romani e la progressiva decadenza del più grande centro di Vulci, spinsero la popolazione verso altri centri tra cui quello dell’originario villaggio agricolo di Canino, che con il tempo assunse sempre maggiore importanza.

    La città visse un periodo di splendore sotto i Farnese e dette i natali ad Alessandro Farnese, pù noto come Papa Paolo III.

    Nei primi anni dell' 800 ospitò Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone, a cui venne conferito il titolo di Principe di Canino. I monumenti funebri di Luciano Bonaparte si trovano all'interno della Cappella Bonaparte, presso la Colleggiata dei SS. Apostoli Giovanni e Andrea, risalente alla fine del '700.

    I titoli di principe di Canino e Musignano passarono successivamente ai Torlonia

  • Eventi Canino

    • Sagra dell’asparago: si tiene ad aprile e in questa occasione si celebra l’asparago selvatico in tutte le sue forme. Tra pasta, bruschette e tanto altro, si può assaporare questo prodotto unico e dal sapore inconfondibile.
    • Festa della birra: ad agosto, in occasione dell’estate caninese, si svolge la festa della birra, uno degli eventi più frequentati di Canino e dintorni. In questa occasione, si possono degustare ottime birre, in compagnia di musica dal vivo e altri eventi.
    • Sagra dell’olivo: in occasione della spremitura delle olive, viene celebrato a dicembre, il prodotto DOP per eccellenza di Canino: l’ olio extravergine di oliva. Degustazioni ed assaggi di quest’ ottimo prodotto, accompagnati da eventi di vario genere.

    Scopri gli eventi in corso

  • Prodotti tipici di Canino

    • Olio Extravergine di Oliva: famose sono le distese di olivi presenti sul territorio di Canino, da cui si produce un eccezionale olio extravergine di oliva DOP, dal colore verde intenso e dal sapore inconfondibile, tra l’amaro e il piccante.
    • Asparagi: la conformazione del terreno, di origine vulcanica e ricco di sali minerali, conferisce all’asparago verde di Canino, un sapore unico ed inconfondibile.
    • Vino: vini DOC e IGT, tra cui si ricorda il Terre di Canino, un vino rosso IGT Lazio, che si accompagna perfettamente a pollami, arrosti e cacciagione.
    • Carne: carni bovine, ovine e non solo, di ottima qualità, perché provenienti da allevamenti pascolati come un tempo.
    • Formaggi: formaggi freschi e non, piccanti e dolci, come pecorino, ricotta e caciotte varie.

Scopri anche...

Inserisci la tua azienda

Partner e Sponsor Ufficiali

1604lab S.r.l.
Fotoclick Caprarola
Pack Eat Easy
ExtraVoglio
Informa Giovani
Eventi della Tuscia