• Vitorchiano

    Tra boschi di querce, frassini e castagni, nasce il paese di Vitorchiano, una piccola cittadina immersa nel verde.
    Gli ampi boschi e i ruscelli che la circondano, ricreano l’habitat naturale per molte specie animali e floreali.



    Vitorchiano è adagiato su di una rupe tufacea e si estende ai piedi dei Monti Cimini, verso la valle del Vezza.


    Il suo centro storico merita sicuramente una visita approfondita, poichè nasconde tesori artistici e archietettonici di grande rilievo.



    Molti sono anche gli eventi che vengono celebrati a Vitorchiano, tra cui ricordiamo anche la Sagra del Cavatello, in cui si potrà gustare questa pasta fatta in casa, ascoltando della buona musica o vedendo uno degli spettacoli allestiti per l’occasione.



  • Storia di Vitorchiano

    Di origine etrusca, il paese divenne castrum romano per poi trasformarsi in centro urbano fortificato durante il Medioevo, situato come è su di un alto messo di peperino, praticamente inespugnabile.

    Indissolubilmente legata alla vicinissima e potente Viterbo, alla fine del XII secolo la cittadina si dichiarò libera, divenne feudo di Roma e si espose così all’attacco delle milizie viterbesi che nel 1232 presero il paese e lo distrussero.

    Annibaldi fortificò il borgo con nuove mura che resero Vitorchiano praticamente imprendibile, i Vitorchianesi però non sopportarono di essere sottomessi al governo di un privato e così nel 1267 provvidero a proprie spese a rifondere Giovanni Annibaldi per i costi sostenuti e tornare ad essere un libero comune.

    Ma incapaci di gestire il loro paese i Vitorchianesi decisero di fare atto solenne di sottomissione a Roma che li ripagò nominando la città “Terra Fedelissima all'Urbe", riconoscendole esenzioni fiscali, e consentendole di aggiungere al proprio stemma la sigla S.P.Q.R.

  • Eventi Vitorchiano

    • Sagra del cavatello: tra fine luglio e inizio agosto, a Vitorchiano si festeggia il cavatello, una pasta fatta in casa, condita con ottimi sughi. Il tutto viene allietato dai numerosi eventi ed intrattenimenti organizzati per l’occasione.
    • Poggiata: in occasione dei festeggiamenti per San Michele Arcangelo, viene fatta una merenda, la poggiata, in un bosco adiacente il Santuario di San Michele, in cui viene consumata la tipica ciambella di San Michele, una ciamebella all’anice, salata.
    • Sagra del coniglio leprino: evento di fine settembre in cui si potrà gustare una succulenta cena il cui ricavato andrà in beneficenza.
    • Festa medievale: a fine settembre si celebra questa festa con tantissimi spettacoli e rievocazioni legate all’epoca medievale.
    • Festa di San Michele Arcangelo: nella prima decade di maggio si svolgono i festeggiamenti per San Michele Arcangelo, con molti appuntamenti culturali, spettacoli e Tombola.

    Scopri gli eventi in corso

  • Prodotti tipici di Vitorchiano

    • Castagne: Come in molti paesi del lazio, anche a Vitorchiano ci sono tanti castagneti che producono una castagna di grande qualità. Ottima da sola, ma anche come ingrediente per dolci e altre ricette.
    • Nocciole: Anche la nocciola, come la castagna, sono le indiscusse protagoniste della zona. Prodotti di alta qualità, utilizzati per la realizzazione di dolci e tanto altro.
    • Olio di oliva: Grandi e antichi uliveti producono un olio di alta qualità, dal sapore antico e leggermente amarognolo, ma che si accosta perfettamente a tutti i piatti tipici della zona.
    • Vino: Vini bianchi e rossi della tradizione della Tuscia, prodotti da viti di alta qualità, che rendono i Vini di Vitorchiano, alcuni tra i vini più gustati della Regione.
    • Funghi: Il fitto bosco che circonda Vitorchiano è il luogo ideale per la crescita di funghi commestibili, tra cui i famosi porcini.

Scopri anche...

Inserisci la tua azienda

Partner e Sponsor Ufficiali

1604lab S.r.l.
Fotoclick Caprarola
Pack Eat Easy
ExtraVoglio
Informa Giovani
Eventi della Tuscia