Il mio carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale carrello: 0,00 €
Vai alla Cassa

View Cart

Sutri cosa vedere: 5 cose da fare nel paese degli etruschi

Sutri era considerata la “porta dell’Etruria”, baluardo etrusco contro l’avanzata dei romani e punto di transito di merci e pellegrini fino al Medioevo, quando divenne primo nucleo dei possedimenti dello Stato Pontificio.

A Sutri si giunge attraverso l'antica Via Cassia e proprio sulla Cassia si possono scorgere le prime tracce dell'epoca etrusca e romana.

Inizia qui un parco regionale di circa 7 ettari che racchiude tesori tutti da scoprire!

Scopri 5 cose da fare a Sutri se vuoi visitare Sutri nel migliore dei modi.

La stupenda Necropoli di Sutri

Adiacente alla Via Cassia, sulla sinistra venendo da Roma, si può scorgere una delle meglio conservate necropoli etrusco-romana dell'intera Tuscia, con diverse tipologie di tombe etrusche, da quelle a camera, tradizionali della civiltà etrusca, alle nicchie per le urne cinerarie.

Necropoli di Sutri

L'anfiteatro romano

L’anfiteatro romano, scavato in una collina di tufo è stato riportato alla luce dopo secoli di sepoltura, nel secolo scorso. Ha una forma ellittica e scaloni di tufo che potevano ospitare fino a cinquemila spettatori.

Oggi vi si accede tramite una porta a volta e il colpo d'occhio è davvero d'effetto.

L'anfiteatro romano di Sutri

Il Mitreo

Proseguendo la passeggiata nel Parco regionale di Sutri si raggiunge il Mitreo, luogo dedicato al dio Mitra e ricavato dalla distruzione di alcune tombe etrusche. Per visitare l'interno dovete richiedere al personale presente nel parco, ma ne vale davvero la pena: all'interno infatti sono visibili affreschi e maioliche risalenti all'epoca cristiana.

Palazzo Savorelli

Palazzo Savorelli

Palazzo Savorelli

Dal Mitreo una piccola salita permette di raggiungere il Colle di San Giovanni e la bella Villa Savorelli, che si affaccia su un giardino all’italiana, come quello che troviamo a Villa Lante, con siepi labirintiche e il Bosco Sacro, un bosco di lecci secolari che porta fino al belvedere sull’Anfiteatro.

Duomo

Anche il centro storico di Sutri merita una visita; dalla piazza principale con i bar e i tavoli all'aperto, la grande fontana centrale e il bel palazzo del Comune, partono numerosi piccoli vicoli, con botteghe tipiche e ristoranti in cui gustare le specialità della Tuscia.

Duomo di Sutri

Duomo di Sutri

L'ultima cosa da non perdere durante un giorno alla scoperta di Sutri è sicuramente la Cattedrale di Santa Maria Assunta o più semplicemente il Duomo, costruita nel periodo romanico sui resti di un tempio pagano. Nel corso dei secoli la Chiesa ha subito modifiche e ristrutturazioni e oggi ci appare con un aspetto tardo barocco. Tracce dello splendido passato si possono però ritrovare nel pavimento cosmatesco e nella cripta posta sotto l’abside.

Sutri, cosa vedere assolutamente nel paese degli etruschi?

Per saperne di più sulle bellezze e le tradizioni di Sutri, leggi la guida completa del paese.