Il mio carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale carrello: 0,00 €
Vai alla Cassa

View Cart

Montefiascone: la leggenda del vino Est!Est!!Est!

Montefiascone è il Mons Faliscorum, il Monte dei Falisci, giunti qui dopo la distruzione dei centri dell'agro falisco; la cittadina sorge sul bordo del cratere Volsino, e domina dall'alto l'intero lago di Bolsena.

La città deve molto del suo sviluppo politico e sociale alla sua posizione strategica e alla presenza della vecchia consolare Cassia e soprattutto della Via Francigena, da sempre luogo di transito di pellegrini e viandanti.

Le colline intorno a Montefiascone sono un susseguirsi di vigneti che scendono verso il lago di Bolsena e danno vita al famoso "Est!Est!!Est!!!"

Questo vino, che ha ottenuto il riconoscimento D.O.C, è legato da sempre ad una leggenda che ogni anno viene rievocata nella cittadina della Tuscia.

Vino "Est!Est!!Est!!!"

Vino "Est!Est!!Est!!!"

La leggenda del vino "Est!Est!!Est!!!"

Correva l’anno 1111 ed Enrico V di Germania era in viaggio verso Roma per essere incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero da Papa Pasquale II, quando decise di formarsi proprio a Montefiascone.

Con lui, tra i membri della sua corte, c'era Johannes Defuk, vescovo e grande amante e intenditore di vini. La leggenda narra che questi, sempre alla ricerca di vini di ottima qualità, decise di mandare in avanscoperta il suo servo Martino, con l'incarico di precederlo lungo il tragitto per Roma e scegliere per lui i vini migliori.

I due avevano stabilito un segnale in codice: nel momento in cui Martino avrebbe scovato del vino di buona qualità, avrebbe dovuto scrivere "est" (c'è) sulla porta della locanda; qualora il vino fosse stato molto buono allora avrebbe dovuto scrivere "Est, est".

Giunto a Montefiascone e assaggiato il vino locale, Martino non poté far altro che comunicarne l'eccellenza assoluta con un segnalo rafforzato da ben sei punti esclamativi:"Est! Est!! Est!!!".

Vino Est Est Est MontefiasconeIl vescovo fu d'accordo con il giudizio del suo servo e decise di prolungare la sua permanenza a Montefiascone, dove tornò al termine della sua missione e si fermò fino alla morte, che si dice sia avvenuta proprio a causa di un'eccesso di bevute.

Johannes Defuk fu sepolto nella chiesa di san Flaviano, dove ancora si può leggere, sulla lapide in peperino grigio, l’iscrizione: «Per il troppo EST! qui giace morto il mio signore Johannes Defuk».

Il vescovo, per ringraziare la cittadinanza di Montefiascone dell'ospitalità, le lasciò un'eredità di 24.000 scudi, con l'unica condizione che ad ogni anniversario della sua morte una botticella di vino venisse versata sul suo sepolcro. La tradizione che fu ripetuta per diversi secoli e ancora oggi i cittadini ricordano questo evento e fanno rivivere la leggenda dell'"Est!Est!!Est!!!" con un corteo storico con personaggi in costume d’epoca.

Per saperne di più su Montefiascone, le sue tradizioni e le sue bellezze, leggi la guida completa del paese.

Vino MyTuscia banner