Il mio carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale carrello: 0,00 €
Vai alla Cassa

View Cart

Agricoltura nella Tuscia: tra tradizione e originalità

I terreni della Tuscia, grazie alla loro origine vulcanica, sono particolarmente fertili e quindi adatti alla coltivazione di numerose varietà di frutta e verdura.

Sono famosi vigneti della Tuscia, da Montefiascone a Vignanello, gli uliveti della zona di Caninoi castagneti, in tutta la zona della Faggeta, da Vallerano fino a Soriano del Cimino ed oltre. Queste coltivazioni, insieme a quella della nocciola gentile sono da sempre alla base dell' agricoltura nella Tuscia e danno origine ai prodotti più famosi delle tavole della nostra zona.

Per celebrare questi prodotti, in tutta la provincia di Viterbo, vengono organizzate sagre e feste popolari, come le Sagre delle Castagne, in ottobre, le Feste del Vino, tra luglio e agosto e quella della Nocciola, che si tiene a Caprarola ad inizio settembre.

Ma l'agricoltura nella Tuscia non è solo questo: sono moltissime le coltivazioni di erbe, piante e fiori meno conosciute nella Tuscia che vogliamo scoprire insieme a voi.

Zafferano

Zafferano nella TusciaQuella dello zafferano è una coltivazione davvero speciale. Una spezia preziosa che ha bisogno di cure ed attenzioni per poi arrivare sulle nostre tavole e dare un colore e un sapore speciale a tanti piatti e preparazioni prelibate.

Nella Tuscia sono diverse le realtà che hanno iniziato con passione la coltivazione di questo prodotti di alta qualità, in maniera sostenibile e con tanto entusiasmo.

Da Faleria a Fabrica di Roma, dove lo Zafferaneto ha avviato la produzione non solo di zafferano, ma anche di olio di oliva, miele e pasta aromatizzata con questa particolare spezia dal sapore e dal colore inconfondibili.

Lavanda

Quando pensiamo alla lavanda siamo abituati a immaginare la Francia, la Provenza in particolare e quei campi infiniti che profumano di buono.

Ma non è necessario andare lontano per inebriarsi con l'odore e il colore unico di questo fiore speciale: Tuscania infatti si coltiva da anni il fiore lilla per eccellenza e lo si celebra con una festa, tra la fine di giugno e l'inizio di luglio, che coinvolge tutti i sensi: una mostra mercato di prodotti naturali a base di lavanda, dai cosmetici ai prodotti alimentari biologici per scoprire tutte le qualità di questa pianta.

Lavanda nella Tuscia

Se passate nella Tuscia in quel periodo non potete assolutamente perdere lo spettacolo unico di una distesa infinita di lavanda, immersa nel verde della maremma Laziale!

Peonie

Questo meraviglioso fiore, grande, ricco di petali e dai colori meravigliosi, tipico della Cina, da oltre vent'anni ha trovato terreno fertile nella Tuscia, e in particolare a Vitorchiano.

Qui, negli anni Novanta è nato il Centro Botanico Moutan che ha lo scopo di far conoscere tutte le specie e le varietà di peonie arboree cinesi esistenti e importate con cura ed amore nella nostra terra.

Peonie della Tuscia

Un giardino monotematico unico al mondo, la più grande collezione di peonie della Terra, merita sicuramente una visita per scoprire gli oltre 200.000 mila esemplari di piante presenti, in oltre 600 differenti varietà.

Frutti di Bosco

Belli, buoni e sani: i frutti di bosco sono una riserva speciale di sostanze importanti come vitamina A, B, C. fosforo, ferro, potassio, magnesio e calcio.

More, lamponi, ribes, uva spina e mirtilli si sviluppano nel particolare clima umido del sottobosco e hanno trovato nella Tuscia, con i suoi numerosi boschi e faggete, il territorio perfetto per crescere e svilupparsi.

Frutti di bosco della Tuscia

Per secoli, dal Medioevo a due secoli fa, queste specie vegetali erano riservate alle classi minori che non potevano cibarsi delle produzioni di maggior pregio, come pesche e altri frutti che erano destinate alle tavole dei più ricchi.

Nel secolo scorso però si è capito quanto siano preziose le qualità dei piccoli frutti di bosco; da qualche anno anche i produttori agricoli hanno scoperto il valore di questi frutti minori e hanno iniziato la produzione di questi coloratissimi frutti ricchi di sostanze nutritive anche nella nostra Tuscia.