Il mio carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale carrello: 0,00 €
Vai alla Cassa

View Cart

Alla scoperta del lago di Bolsena: i borghi da non perdere

Il lago di Bolsena, nell’alta Tuscia, con i suoi 115 km² di ampiezza e gli oltre 40 metri di perimetro è il lago vulcanico più esteso di tutta Europa. Le isole che spuntano dalle sue acque, la Bisentina e la Martana (legata alla regina Amalasunta) sono il risultato dell’attività vulcanica lunga millenni che ha interessato l’intero territorio circostante, occupato dalla catena dei monti Volsini.

Il Lago di Bolsena si è formato oltre 300.000 anni fa e rappresenta uno dei tesori più grandi della Tuscia, dal punto di vista naturale, ma anche storico, archeologico e culturale.

La caldera principale di Bolsena attualmente occupata dalle acque del lago non è l’unica ad oggi visibile. Ci sono anche quelle di Latera e Montefiascone, testimonianze dell’antica attività vulcanica a cui si deve anche la composizione scura della sabbia delle spiagge che sorgono intorno al lago.

Le acque del lago di Bolsena sono balneabili e il lago è meta di turismo italiano e straniero, soprattutto per chi è alla ricerca di relax, buona cucina, e sport acquatici come vela, windsurf e pesca sportiva.

Numerosi punti, lungo il perimetro del lago, sono tuttora incontaminati: qui è possibile incontrare numerose specie di uccelli, come morette, folaghe, svassi, aironi, cenerini e di pesci come il pesce gatto, il coregone, il luccio, la tinca, la carpa, il persico, le anguille e il famoso lattarino, prelibatezza della gastronomia locale.

Sulle sponde di questo bacino che per dimensioni è il quinto in Italia, sorgono deliziosi borghi medievali tutti da scoprire, vediamo insieme i più famosi.

Bolsena

La cittadina da cui il lago prende il nome sorge sulla sponda nord-orientale del bacino e con il suo lungolago alberato e i piccoli locali con i tavoli all’aperto rappresenta uno degli angoli più incantevoli della zona, complice anche l’antico borgo medievale, con la Rocca dei Monaldeschi a incorniciare il paese.

Oggi la Rocca, dopo numerose vicissitudini e diversi restauri e opere di riqualificazione, ospita il Museo Territoriale del Lago di Bolsena, luogo interessante per scoprire più da vicino tutti i segreti di questo territorio.

Da non perdere a Bolsena, l’appuntamento ormai ultradecennale, con la Festa delle Ortensie, che ogni anno riempie i vicoli del paese di colori e odori estasianti, e rende la visita al borgo ancora più magica.

Montefiascone

Montefiascone è il più grande dei borghi che fanno parte del territorio del lago di Bolsena ma non sorge direttamente sulle sue sponde bensì a 590 metri sul livello del mare, sul colle più alto dei Monti Volsini, con vista mozzafiato sulla sponda sudorientale del lago.

Il borgo di Montefiascone è pieno di fascino e di scorci interessanti: da non perdere la Rocca dei Papi e il vicino Belvedere da cui si gode di un panorama incredibile su gran parte del lago sottostante.

Molto belli anche il Duomo di origine rinascimentale che ospita una cripta e una sagrestia, entrambe ornate di pregiati finimenti in oro e la chiesa di S. Flaviano, costruita su due piani sovrapposti.

Il comune è famoso per la produzione di vini DOC di grande qualità ed uno degli eventi che più lo caratterizza è proprio la festa del vino, appuntamento imperdibile con l’enogastronomia locale, in cui è possibile degustare specialità del territorio, primo fra tutti il vino Est! Est!! Est!!!

Marta

La cittadina di Marta sorge sulle sponde meridionali del Lago di Bolsena, proprio di fronte all’isola Martana che fa parte del suo comune. Vale la pena visitare questo caratteristico borgo con la bella passeggiata alberata lungolago e il porticciolo con le barche dei pescatori locali che ancora vivono di questa attività tradizionale, tramandata di generazione in generazione.

Lattarini fritti Marta Tuscia

Nel centro storico del paese da non perdere la torre ottagonale dell’antica Rocca duecentesca, il Palazzo Farnese e la Chiesa di Santa Maria.

La più importante delle feste tradizionali di Marta è sicuramente la Festa della Madonna del Monte, molto più famosa con il nome di Barabbata, che viene celebrata ogni 14 maggio come ringraziamento per la fertilità della terra.

Molto interessante è anche la Sagra del Lattarino che tra fine maggio e inizio giugno riempie le strade del paese di allegria e dei sapori tipici di questa zona, come il lattarino e il vino Cannaiola, che nasce proprio dai terreni vulcanici tra Marta e Capodimonte.

Capodimonte

Capodimonte è posto su una piccola penisola della riva sud-ovest del Lago di Bolsena, a poca distanza da Marta ed è dotato di un’ampia spiaggia attrezzata in cui rilassarsi e di un porto turistico per le imbarcazioni da diporto.

Tra le bellezze architettoniche da visitare c’è sicuramente il Palazzo Farnese, la Rocca del paese, a pianta ottagonale, che si erge su di un piccolo promontorio vulcanico e risale al XV secolo.

Fa parte del comune di Capodimonte anche la splendida Isola Bisentina, che merita sicuramente una visita così come il parco Archeologico di Monte Bisenzo.

Capo di monte